Skip to main content

Come fare l’analisi di una pubblicità? Ecco 4 consigli pratici

4.7
(7)

Con il termine pubblicità sono indicati tutti quei messaggi che hanno lo scopo di promuovere un prodotto, un servizio, un brand o un’iniziativa.

Fare l’analisi delle tue pubblicità o di quelle dei tuoi competitor è un passo fondamentale per costruire una strategia di digital marketing efficace.

In questo articolo troverai 4 consigli su come fare l’analisi di una pubblicità nel modo più corretto possibile!

  • indice

Cos’è un’analisi pubblicitaria?

Prima di partire con l’analisi della pubblicità vera e propria, vediamo velocemente cos’è un’analisi pubblicitaria.

Una pubblicità è un mezzo mediante il quale viene diffuso un messaggio a un pubblico di riferimento mediante un canale prestabilito per un determinato scopo.

Gli elementi principali sono dunque quattro:

  • il canale, o medium, cioè il mezzo che permetterà al tuo messaggio di raggiungere il pubblico di riferimento;
  • lo scopo della pubblicità, l’obiettivo che vuoi raggiungere. Non è necessariamente la vendita di un prodotto/servizio, ma può anche essere la creazione di consapevolezza attorno al tuo brand o lo sprono all’interazione (come, ad esempio, l’iscrizione a una pagina Facebook);
  • il messaggio pubblicitario, cioè l’insieme delle immagini e dei testi che ha come obiettivo quello di catturare l’attenzione dell’osservatore;
  • il target, ossia il pubblico che il messaggio della tua pubblicità dovrà raggiungere e persuadere ad effettuare la determinata azione che hai prestabilito.

Fare un’analisi pubblicitaria significa analizzare semanticamente e analiticamente tutti gli elementi che compongono una pubblicità, o una campagna pubblicitaria.

Vediamo nel dettaglio come farla!

1)  L’analisi del brand

Che tu voglia analizzare una tua pubblicità o la pubblicità di un competitor, un’analisi preliminare del brand di riferimento è fondamentale.

Il termine brand indica l’insieme degli elementi che rendono una realtà riconoscibile agli occhi dei consumatori.

Tra questi troviamo:

Capire fin da subito come una realtà comunica, qual è la sua storia e com’è posizionata nella mente dei consumatori renderà l’analisi delle sue pubblicità molto più semplice!

2)  Quale canale di comunicazione è stato utilizzato?

Ora dovrai individuare il mezzo di comunicazione (il medium) che è stato utilizzato per diffondere la pubblicità.

È un canale online oppure offline? Quali tipi di messaggi veicola? Quali sono i suoi limiti tecnici?

Ogni medium ha le proprie specificità: individuarle è un’azione fondamentale per i passi successivi dell’analisi pubblicitaria.

3)  Analisi del target di riferimento

Una pubblicità è necessariamente rivolta ad un pubblico specifico.

Un prodotto/servizio non potrà mai piacere o servire a tutti, dunque individuare il potenziale consumatore è d’obbligo se vuoi concentrare le risorse nella giusta direzione.

Analizzare il target di una pubblicità significa capire chi sono i suoi destinatari.

Più caratteristiche individuerai, più l’analisi della pubblicità sarà efficace!

Un consiglio? Già dall’analisi del canale di comunicazione utilizzato potrai restringere molto il campo d’azione.

4)  L’analisi del messaggio della pubblicità

Entriamo finalmente nel vivo dell’analisi pubblicitaria con l’analisi del suo messaggio! Per farlo dovrai analizzare gli elementi che lo compongono:

●     Analisi dell’headline

L’headline è il titolo del messaggio, la frase posta in evidenza per essere notata fin da subito!

Da quanti caratteri è composta? Fa leva sulle paure del consumatore o sui suoi bisogni? È una domanda o un’affermazione?

Ottieni quante più informazioni possibili sull’headline.

●     Analisi del logo e dello slogan o payoff

Il logo, il payoff e lo slogan sono elementi che l’analisi del brand ha già messo in luce. Non ti resta che individuarli all’interno del messaggio pubblicitario!

●     Analisi dell’immagine o dei video utilizzati nella pubblicità

Le immagini o i video sono estremamente efficaci nel rendere una pubblicità altamente persuasiva. Per questo analizzarli in ogni loro aspetto ti darà un sacco di informazioni in più!

Se presente, puoi analizzare anche il cosiddetto pack shot, cioè l’immagine che ritrae il prodotto che la pubblicità vuole promuovere.

●     Analisi del copy della pubblicità

Ora puoi passare ad analizzare il cuore della pubblicità: il suo body copy, ossia il testo più denso contenente la maggior parte delle informazioni.

Analogamente all’analisi dell’headline, cerca di capire qual è il tone of voice utilizzato, qual è l’obiettivo del testo e quali tecniche di persuasione sono utilizzate.

●     Analisi della call to action

Ogni buona pubblicità si conclude con una call to action che spinge il pubblico a compiere un’azione specifica. Individua la call to action e analizzala!

Hai capito come fare l’analisi di una pubblicità?

L’analisi pubblicitaria è un elemento fondamentale all’interno di una corretta strategia di marketing.

Ti permetterà di capire quali sono i punti di forza e i punti deboli delle tue pubblicità o di quelle dei tuoi competitor, così da ottimizzare le tue campagne pubblicitarie (qui ti spieghiamo come fare una buona campagna pubblicitaria!).

In questo articolo hai trovato molti consigli su come fare l’analisi di una pubblicità nel modo più corretto possibile: usali subito per ottimizzare le tue strategie di marketing!

Quanto è stato utile questo post?

Cliccate su una stella per valutarla!

Valutazione media 4.7 / 5. Conteggio dei voti: 7

Nessun voto per ora! Sii il primo a valutare questo post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *